Franchising immobiliare ed esclusiva

Franchising immobiliare ed esclusiva – Violazione della clausola di esclusiva – Risoluzione del contratto di franchising

di Giovanni Adamo ed Elga D’Alessandro

Lo Studio, con un team costituito dagli Avv.ti Giovanni Adamo ed Elga D’Alessandro, ottiene un importante risultato avanti il Tribunale di Milano, in materia di franchising immobiliare ed esclusiva, in una controversia intentata da alcune agenzie immobiliari nei confronti di una Società gerente un noto marchio di franchising immobiliare.

Franchising immobiliare ed esclusiva – L’art. 4, L. 129 del 2004, e la clausola di esclusiva

Il Tribunale richiama, in primo luogo, l’art. 4 della L. 129 del 2004, che stabilisce come l’Affiliante, all’atto della conclusione del contratto, debba consegnare all’aspirante affiliato, fra l’altro, “d) una lista degli affiliati al momento operanti nel sistema e dei punti vendita diretti dell’affiliante; e) l’indicazione della variazione, anno per anno, del numero degli affiliati con relativa ubicazione negli ultimi tre anni o dalla data di inizio dell’attivita’ dell’affiliante, qualora esso sia avvenuto da meno di tre anni

“Se manca la planimetria della zona di esclusiva, l’affiliato non può sapere dove può operare”

In particolare, con Sentenza del 16 aprile 2021, il Tribunale di Milano, in parziale accoglimento delle domande formulate dalle agenzie ex-affiliate, ha rilevato che “non risulta essere stato adempiuto l’obbligo di consegna della planimetria della zona di esclusiva, con la conseguenza di mettere l’affiliato nella condizione di non poter conoscere le potenzialità di sviluppo della rete di distribuzione di cui sarà parte, proprio considerato che da tale network consegue, almeno in parte, il successo dell’impresa“.

“Tale mancanza costituisce grave inadempimento, e dunque il contratto va risolto

Violazione della clausola di esclusiva

E prosegue, poi, il Tribunale, rilevando che “Le conclusioni formulate dalle parti attrici chiedono, in principalità, la risoluzione del contratto di franchising. Tenuto conto della rilevanza della clausola di esclusiva, e della necessità di tale clausola per organizzare il lavoro di mediazione immobiliare, deve ritenersi che l’omessa consegna debba essere considerata nei termini del grave inadempimento, con la conseguente risoluzione del contratto di franchising del xxxx tra A e B“.

Hai bisogno di una consulenza sul franchising? Contattaci subito 051.19901374

Oppure scrivici da qui