Franchising e istanza di fallimento

Nuovo provvedimento del Tribunale di Ferrara

Franchising e istanza di fallimento – Il Franchisor chiede il fallimento del Franchisee – giudizio di merito pendente tra le parti – il Tribunale di Ferrara si è recentemente occupato, rigettandola in conformità delle richieste dello Studio, di un’istanza di fallimento formulata da un Franchisor nei confronti del Franchisee. Il Franchisor rilevava di essere creditore del Franchisee per somme ingentissime (circa 500.000 euro per merci asseritamente non pagate). Su tali basi richiedeva pertanto al Tribunale di dichiarare il fallimento del Franchisee

Franchising e istanza di fallimento – La vicenda

Il Franchisor chiede il fallimento del Franchisee – Il Franchisee, diversi mesi prima, aveva incardinato nei confronti del Franchisor una controversia civile per ottenere il risarcimento dei danni derivanti dalla invalidità del contratto di franchising (e dei contratti ad esso collegati) e, comunque, dall’inadempimento contrattuale del Franchisor, danni che aveva quantificato in somme all’incirca corrispondenti a quelle delle quali il Franchisor assumeva di essere creditore. Il Tribunale, pertanto, ha dovuto svolgere un esame, per quanto necessariamente e doverosamente sommario, delle ragioni poste dal Franchisee a fondamento delle proprie pretese risarcitorie, rilevando che “le argomentazioni, fattuali e giuridiche, poste a sostegno dell’azione proposta dalla resistente in tempi antecedenti la richiesta di fallimento, non prestano il fianco ad allegazioni di pretestuosità e meritano un approfondimento di merito, allo stato non potendosi raggiungere una tranquillante conclusione circa la piena esistenza del diritto di credito e, di conseguenza, circa la sua legittimazione a chiedere il fallimento della debitrice“. Rigettava, pertanto, le richieste del Franchisor, condannandolo anche alla rifusione delle spese di lite.

Si tratta di un provvedimento estremamente approfondito e da ritenersi giuridicamente corretto, poiché richiede in sostanza, a giudizio di merito pendente tra le parti, la effettuazione di un approfondimento di merito da parte del Tribunale già investito delle questioni inerenti la invalidità e l’inadempimento al contratto sul quale si fondavano le pretese creditorie, e ciò in conformità dei più recenti orientamenti della giurisprudenza di merito che si è pronunciata sulla materia (tra tutti, il Tribunale di Mantova ed il Tribunale di Cagliari).

Hai bisogno di aiuto? Contattaci subito 051.19901374

Oppure scrivici da qui