Concorrenza sleale del Socio della Srl: come prevenirla e difendersi

Concorrenza Sleale Socio Srl – Esclusione Socio Srl Concorrenza Sleale – Esclusione Socio Srl Concorrenza Sleale – Concorrenza Sleale del Socio Srl

La concorrenza sleale di competitors scorretti è certamente una delle questioni più problematiche che l’imprenditore deve affrontare nell’ambito della propria attività. 

Cos’è la concorrenza sleale di un socio o di un ex socio di Srl

Particolarmente insidiosa è la concorrenza sleale di chi fa o faceva parte della società, in quanto il socio, o l’ex socio, è spesso in possesso di informazioni riservate e delicatissime dell’azienda, che potrebbe utilizzare in chiave concorrenziale nell’ambito di una propria attività.

 Quando si configura la concorrenza sleale del socio

Il socio può svolgere attività in concorrenza se lo statuto non lo vieta

Il Socio di una Srl in linea di principio è libero di intraprendere un’attività propria, anche se in concorrenza con quella della Società della quale è socio. Tutto ciò, ovviamente, salvo il caso in cui lo statuto della società lo vieti espressamente oppure disponga l’esclusione del socio per giusta causa (lo svolgimento di un’attività in concorrenza sarebbe certamente valutato  come giusta causa di esclusione). 

In ogni caso, anche laddove consentita, l’attività in concorrenza deve essere svolta lealmente e secondo correttezza

E’ evidente, comunque, che il socio non può svolgere attività utilizzando mezzi scorretti nei confronti della Società. Ad esempio, è certamente vietato, e costituisce concorrenza sleale del socio della srl:

  • usare informazioni riservate della Società;
  • stornare dipendenti o clienti della Società;
  • sottrarre liste clienti, documenti relativi a strategie commerciali, elenchi o materiale di proprietà della Società.

Concorrenza sleale socio Srl – Come risolvere il problema

Si può agire in via d’urgenza per fermare la violazione, o in via ordinaria per richiedere il risarcimento del danno

Se risulta dimostrata l’attività concorrenziale del socio della srl (o dell’ex socio) si può agire in due modi differenti:

  • se l’attività è ancora in corsosi può agire richiedendo al Giudice civile un provvedimento che in via d’urgenza vieti la prosecuzione dell’attività slealmente concorrenziale;
  • se l’attività è cessata,  ma ha comunque generato un danno, occorrerà agire in via ordinaria per richiedere il risarcimento del danno.

Le Sentenze ed i provvedimenti di Studio Legale Adamo

Abbiamo un ventennio di esperienza nel campo della tutela dell’impresa dalla concorrenza sleale, ed abbiamo ottenuto numerosi provvedimenti di accoglimento (a tutela dei diritti dei clienti lesi dalla concorrenza sleale) o anche di rigetto delle pretese avversarie, quando illegittime. Verifica, per esempio:

Devi fermare la concorrenza sleale? Contattaci subito 051.19901374

Oppure scrivici da qui