Lotta alla contraffazione agroalimentare

Lotta alla contraffazione agroalimentare – cambia nome il Ministero

Lotta alla contraffazione agroalimentare – Novità in materia di agroalimentare: il Ministero delle Politiche Agricole e Forestali (Vai al sito del Ministero), infatti, per effetto dei c.d. Decreti Madia cambierà nome e prenderà il nome, appunto, di Ministero dell’Agroalimentare. Lo ha comunicato il Presidente del Consiglio Renzi nel corso della presentazione di una iniziativa congiunta del Governo con Intesa San Paolo, con la quale la Banca si è impegnata ad immettere sul mercato dell’Agroalimentare, attraverso apposite linee di credito, somme pari a circa 6 miliardi di Euro.

La Lotta alla Contraffazione Agroalimentare

Il Presidente del Consiglio ha altresì sottolineato gli importanti risultati raggiunti nel corso del 2015 in relazione alla lotta alla contraffazione agroalimentare. La lotta alla contraffazione, infatti, vera e propria piaga per il “Made in Italy”, ha portato, durante l’anno appena superato, alla eliminazione dagli scaffali dei supermercati europei, fra l’altro, di:

-15.100 tonnellate di falso gorgonzola;

-2 milioni di litri di falso aceto balsamico di Modena;

-13 milioni di bottiglie di falso prosecco;

-5.000 tonnellate al mese di falso parmigiano.

Tutto ciò quale risultato degli strumenti di tutela amministrativa e penalistica avverso la contraffazione, contro la quale, poi, l’imprenditore privato del comparto agroalimentare può impiegare anche gli strumenti civilistici, come le azioni di contraffazione o di concorrenza sleale, ed il ricorso d’urgenza ex art. 700 c.p.c..

Gli obiettivi

Gli obiettivi, in verità ambiziosi, che il Governo si propone con tali azioni sono quelli di sostenere, in primo luogo, il settore zootecnico e quello lattiero-caseario, nonché di sostenere le nuove start-up della filiera agroalimentare. Il tutto, fra l’altro, con la finalità di creare circa 70.000 nuovi posti di lavoro nel comparto. Ulteriore obiettivo è poi quello di favorire la digitalizzazione e l’ e-commerce nel settore agroalimentare.

Lo Studio è sempre al fianco delle imprese del comparto per tutelarne i prodotti dalla contraffazione agroalimentare.

Clicca qui per approfondimenti sul diritto agroalimentare

Chiama lo 051.199.01.374

CONTATTACI