Diritto di internet – Comunicato Islabonita

Diritto di internet – Abbiamo ricevuto incarico dal prestigioso Allevamento di Golden Retrievers e di Gatti Norvegesi delle Foreste “ISLABONITA” di tutelarne l’immagine, a fronte di alcuni gravi attacchi mediatici subìti via internet.

L’Allevamento Islabonita ha all’uopo pubblicato il seguente comunicato sulla propria  PAGINA FACEBOOK Diritto di Internet

Lo Studio è sempre al fianco di chi ama gli animali. Ringraziamo pertanto il prestigioso allevamento che ci ha riconosciuto fiducia e ci ha incaricato di tutelarne buon nome e reputazione da critiche, ritenute lesive, delle quali sarà il giusto e prudente apprezzamento del Giudice civile a determinare la liceità (o la illiceità).

Diritto di internet: l’opinione della giurisprudenza

La questione ripropone, parlando in termini più generali, l’argomento della libertà di pensiero e di parola su internet, e la possibilità, sempre presente, che un commento (o più commenti) sfocino nella vera e propria diffamazione on line. Nella Sentenza 24431 / 2015, la Corte di Cassazione ha statuito che “nell’offesa arrecata ad una persona tramite un ‘post’ pubblicato sulla bacheca di Facebook si riscontrano i profili del reato di diffamazione aggravata così come avviene nell’offesa a mezzo della stampa“. Questo poiché “La diffusione di un messaggio diffamatorio attraverso l’uso di una bacheca “facebook” integra un’ipotesi di diffamazione aggravata ai sensi dell’art. 595, comma terzo, cod. pen., poiché trattasi di condotta potenzialmente capace di raggiungere un numero indeterminato o comunque quantitativamente apprezzabile di persone“. L’orientamento giurisprudenziale prevalente presso la Corte di Cassazione, pertanto, sembra propendere quasi per una sorta di parificazione (dal punto di vista del trattamento dell’illecito) dell’utente dei social network ai giornalisti, se e nella misura in cui ledere ingiustamente la reputazione di una persona su un social network è assimilabile a vilipenderla sulla pubblica piazza, con tutto ciò che ne consegue, anche in termini di applicazione della fattispecie aggravata, in luogo di quella semplice.

Hai bisogno di aiuto? Contattaci subito 051.19901374

Oppure scrivici da qui