Dipendenza economica e posizione dominante: differenze e presupposti

Dipendenza economica e posizione dominante: differenze e presupposti – Abuso di dipendenza economica e abuso di posizione dominante – Abuso di posizione dominante nel franchising

Giovanni Adamo

Dipendenza economica e posizione dominante: due concetti diversi

Il Tribunale di Milano si è pronunciato, con una interessante  Sentenza in materia, tra l’altro, di differenza tra abuso di dipendenza economica ed abuso posizione dominante. I due istituti sono effettivamente diversi, ma spesso confusi anche dagli operatori di settore. Essi, infatti, hanno caratteristiche e presupposti di applicazione molto diversi.

Il primo (abuso di dipendenza economica) è delineato dall’art. 9, L. 10 giugno 1998, n. 192. Il secondo (abuso di posizione dominante) attiene alla materia antitrust e viene recepito dalla L. 287/1990.

La posizione dominante è un concetto tipico della legge Antitrust

Quanto, nello specifico, alla posizione dominante, il Tribunale di Milano rileva, in primo luogo, che “per l’integrazione della fattispecie, deve innanzitutto individuarsi il mercato rilevante, sia geografico che di prodotto, e quindi la specifica condotta di abuso perpetrata (artt. 2 e 3 L. 287/1990 e artt. 101 e 102 TFEU)“.

Ma la Sentenza in commento è utilissima in quanto fornisce una serie di principi generali applicabili al di fuori del caso concreto.

Continua, infatti, il Tribunale, rilevando che “nel caso in esame la fattispecie in concreto sottoposta al vaglio del Tribunale, per come è emersa successivamente all’integrazione dell’atto introduttivo ex art. 164 c.p.c., è da qualificare non ‘antitrust’ per abuso di posizione dominante, ma responsabilità per violazione del contratto di franchising e per abuso di dipendenza economica“.

Il divieto di abuso di dipendenza economica è invece applicabile a tutti i tipi di contratto, anche al contratto di franchising

Ed ancora, sulla differenza tra le due fattispecie di abuso, il Tribunale rileva che “mentre l’abuso di posizione dominante, rilevante per integrare la fattispecie antitrust, comporta la necessità di individuare anzitutto il mercato rilevante, l’abuso di dipendenza economica attribuisce rilievo non alla posizione dominante di un’impresa sul mercato, ma all’abuso e allo squilibrio delle imprese nell’ambito di un rapporto negoziale… Non è decisivo, invece, che l’abuso di dipendenza economico sia previsto dal legislatore espressamente con riguardo solo alla fattispecie della subfornitura nelle attività produttive, poiché, per giurisprudenza costante, esso rappresenta un principio generale“.

Per il Tribunale, insomma, “mentre le norme antitrust sono disposizioni generali dirette a tutelare il processo concorrenziale in relazione all’assetto di mercato, la norma relativa alla dipendenza economica, prevista nella disciplina della subfornitura nelle attività produttive, costituisce una regola inerente alla disciplina dei rapporti contrattuali fra le parti, con finalità che possono prescindere dalla loro incidenza sui meccanismi concorrenziali“.

Come tutelarsi dai comportamenti “abusivi”

Ci occupiamo di abuso di dipendenza economica (avuto particolare riguardo alla fattispecie dell’affiliazione commerciale) da molti anni, e forniamo assistenza e difesa alle imprese che si trovino in rapporto di dipendenza economica con un committente o, viceversa, con un fornitore. Di seguito alcuni nostri articoli sul tema:

Hai bisogno di una consulenza in materia di tutela dagli abusi nei rapporti tra imprese? Contattaci subito 051.19901374

Oppure scrivici da qui