Abuso di dipendenza economica e decentramento verticale tra imprese

Abuso di dipendenza economica: ci occupiamo, sin dalla prima emanazione della disciplina sull’abuso di dipendenza economica, dei rapporti tra imprese, poste ai vari livelli della produzione industriale e della distribuzione di beni e servizi, ed in particolare dello studio delle situazioni di squilibrio in tali rapporti, anche nell’ambito delle subforniture industriali.

CONTATTACI

Abuso di dipendenza economica: cos’è

La definizione della fattispecie viene fornita dall’art. 9, L. 10 giugno 1998, n. 192. La norma citata stabilisce che

1. È vietato l’abuso da parte di una o più imprese dello stato di dipendenza economica nel quale si trova, nei suoi o nei loro riguardi, una impresa cliente o fornitrice. Si considera dipendenza economica la situazione in cui una impresa sia in grado di determinare, nei rapporti commerciali con un’altra impresa, un eccessivo squilibrio di diritti e di obblighi. La dipendenza economica è valutata tenendo conto anche della reale possibilità per la parte che abbia subìto l’abuso di reperire sul mercato alternative soddisfacenti. 2. L’abuso può anche consistere nel rifiuto di vendere o nel rifiuto di comprare, nella imposizione di condizioni contrattuali ingiustificatamente gravose o discriminatorie, nella interruzione arbitraria delle relazioni commerciali in atto. 3. Il patto attraverso il quale si realizzi l’abuso di dipendenza economica è nullo. Il giudice ordinario competente conosce delle azioni in materia di abuso di dipendenza economica, comprese quelle inibitorie e per il risarcimento dei danni

La norma era stata originariamente emanata con riferimento alle subforniture industriali, ma successivamente la Cassazione a Sezioni Unite ha definito tale situazione come fattispecie di applicazione generale nei rapporti tra imprese ai fini della tutela del contraente debole.


Abuso di dipendenza economica: l’Expertise

L’expertise specifico si è determinato fornendo assistenza e consulenza, giudiziale e stragiudiziale, in tema di dipendenza economica, ad Imprese operanti ai vari livelli della produzione industriale e della distribuzione di beni e servizi. In particolare, e fra l’altro, lo Studio è stato chiamato a fornire la propria assistenza:

  • nella rinegoziazione delle condizioni di importanti contratti, aventi effetti su tutto il territorio nazionale, in particolare nel settore dei trasporti;
  • operando con successo, anche avanti l’Autorità Antitrust, a favore di svariate imprese operanti nel mercato delle spedizioni;
  • fornendo assistenza giudiziale, sia in sede d’urgenza che di merito, ad imprese ai vari livelli della filiera della produzione industriale e della distribuzione di beni e servizi.
  • le pubblicazioni dello Studio

L’analisi pluriennale della fattispecie abusive della dipendenza economica ha poi condotto, negli anni, alla pubblicazione di svariati scritti giuridici, alcuni particolarmente approfonditi e specialistici in materia di subforniture industriali e tutela del contraente debole (è il caso del testo “Contratto di franchising ed abuso di dipendenza economica”, reperibile qui), altri più divulgativi (brevi articoli o rubriche sul rapporto tra abuso di dipendenza economica e concorrenza sleale), ma tutti utili al fine di meglio comprendere la fattispecie

Contatta lo Studio Legale Adamo per assistenza e consulenza in materia di dipendenza economica nei rapporti tra imprese