Know how nel franchising: nullo il contratto se il know how non è descritto

Know how nel franchising – E’ nullo il contratto se il know how non è descritto – Obbligatoria l’indicazione del know how nel franchising

Giovanni Adamo

Abbiamo analizzato il ruolo del know how nel franchising in questo approfondimento ed in questo articolo. Torniamo ad occuparcene poiché si è pronunciato anche il TRIBUNALE DI BOLOGNA con una interessante sentenza del 19 Agosto 2017 nella quale statuisce un importante principio applicativo in materia.

CONTATTACI SUBITO

Know how nel franchising: un elemento essenziale a pena di nullità

E’ nullo il contratto se il know how non è descritto – Obbligatoria l’indicazione del know how nel franchising

Anche secondo i giudici felsinei la descrizione specifica del know how costituisce elemento essenziale del contratto, che deve contenerla a pena di nullità per indeterminatezza dell’oggetto.

Per il Tribunale la specifica di quel“patrimonio di conoscenze pratiche non brevettate derivanti da esperienze e da prove eseguite dall’affiliante, patrimonio che è segreto, sostanziale ed individuato”, ex art. 3 co. 4 lett. d della della legge 129/2004 deve essere indicata nel contratto a pena di nullità, deve essere individuato, cioè descritto in modo sufficientemente esauriente per consentire di verificare la rispondenza dello stesso ai criteri di segretezza e sostanzialità.

Essenziale dunque che nel contratto di affiliazione la descrizione del know how abbia un grado di determinatezza tale da consentire la verificazione di rispondenza ai criteri di segretezza e sostanzialità.

Anche per il Tribunale di Bologna “è nullo il contratto sottoscritto dalle parti nel quale il know how non è descritto in modo sufficientemente esauriente per mancanza di indicazione per iscritto di un elemento essenziale, e dunque per indeterminatezza dell’oggetto. Il criterio della segretezza non significa che il contratto debba restare misterioso-segreto rispetto al contenuto del know-how, cioè che non lo renda manifesto non mettendo nero su bianco; viceversa, il contratto dovrebbe far agevolmente comprendere la ragione per cui il know-how con determinate e specifiche caratteristiche sia “segreto” ma “sostanziale”, e come tale trasmesso in modo chiaro all’Aderente con le sue peculiarità, in modo da giustificare compensi e quant’altro questi è tenuto a corrispondere all’Affiliante“.

In questo modo, anche il Tribunale di Bologna conferma l’orientamento, a questo punto da ritenersi prevalente, secondo il quale la mancata specificazione del know how determina un vizio genetico del contratto di franchising tale da determinarne la radicale nullità.

Come possiamo aiutarti?

Se sei un Franchisor possiamo aiutarti nella stesura di un corretto e completo. Se sei un franchisee, possiamo aiutarti a valutare se il contratto è stato predisposto nel rispetto della legge 129 del 2004.

Ci occupiamo di affiliazione commerciale dall’emanazione della legge 129, e abbiamo operato in numerosissimi casi giudiziari. Di seguito alcuni di essi:

Hai bisogno di una consulenza sul know how nel franchising? Contattaci subito 051.19901374

Oppure scrivici da qui

    Hai bisogno di aiuto? Contattaci subito 051.19901374

    Oppure scrivici da qui