Nuova Sentenza ottenuta dallo Studio

Recentissima pronunzia del Tribunale di Torre Annunziata , il quale, con Sentenza del 13 febbraio 2019, in accoglimento delle domande formulate dallo Studio nei confronti di un franchisor, ha annullato un contratto di franchising per false informazioni.

Franchising: il caso e i falsi guadagni prospettati

Nel caso di specie, in particolare, il Tribunale ha ritenuto, che: “rilevato che l’affiliato non risulta avere alcuna pregressa esperienza commerciale, appare del tutto chiaro che la prospettazione, da parte dell’affiliante, nella fase precontrattuale, dei vantaggi dell’affiliazione, con tanto di conto economico, sia pure meramente previsionale, effettuata alla luce della decantata esperienza pregressa nel settore, abbia avuto una efficacia determinante della volontà della controparte“.

La società franchisor era stata appena costituita ed era priva di “esperienza”

Nel caso di specie, inoltre, l’affiliante aveva costituito la propria società appena una settimana prima della stipulazione del contratto, ed aveva pubblicizzato, nel corso delle trattative precontrattuali, un marchio diverso da quello poi effettivamente oggetto del contratto definitivo concluso con il franchisee. Per il Tribunale, infatti, “dalla documentazione agli atti e dalle stesse allegazioni della convenuta in ordine all’esistenza di un solo punto pilota in ..OMISSIS… risulta smentito quanto dalla stessa prospettato in sede precontrattuale in ordine alla sperimentazione del sistema commerciale caratterizzate il franchising …OMISSIS…, ed alla gestione di una catena di negozi in franchising ubicati in varie regioni italiane (cfr. premessa del contratto di affiliazione commerciale sottoscritto dalle parti)“.

Il contratto va annullato

Sotto tale profilo, il Tribunale ha così statuito: “avendo la convenuta fornito all’attore informazioni non corrispondenti al vero in ordine all’esistenza di una formula commerciale collaudata per la vendita di prodotti e servizi, sussistono senz’altro gli estremi per l’accoglimento della domanda di annullamento del contratto … E’ indubbio che l’attore ha sottoscritto il contratto oggetto di lite proprio confidando nel prestigio del marchio e nella connessa riduzione del rischio di mercato“.

CONTATTACI