Distribuzione degli utili della Società: può solo l’assemblea

Nuova Sentenza del Tribunale di Latina

Distribuzione utili della Società: il Tribunale di Latina si pronuncia con una interessante Sentenza del 28 agosto 2019, nella quale analizza la problematica circa la sussistenza o meno di un vero e proprio diritto del Socio ad ottenere la distribuzione, ovviamente pro quota, degli utili conseguiti dalla Società.

CONTATTACI PER APPROFONDIMENTI

La vicenda

Un socio di una Società di capitali aveva impugnato la delibera di approvazione del bilancio, ritenendo il bilancio inveritiero, ed aveva dedotto il proprio diritto alla percezione, pro quota, degli utili. Il Tribunale ha premesso, pertanto, le proprie valutazioni in punto di possibilità di impugnazione del bilancio societario, statuendo che “il bilancio di esercizio di una società di capitali, che violi i precetti di chiarezza e precisione dettati dall’art. 2423, comma 2, c.c., è illecito, sicché la deliberazione assembleare con cui esso è stato approvato è nulla sia se la violazione determini una divaricazione tra il risultato effettivo dell’esercizio, o la rappresentazione complessiva del valore patrimoniale della società, e quello del quale il bilancio dà invece contezza, nonché in tutti i casi in cui dal bilancio stesso e dai relativi allegati, ivi compresa la relazione, non sia possibile desumere l’intera gamma delle informazioni che la legge vuole siano fornite per ciascuna delle singole poste iscritte (Cass. SS.UU., n. 27 del 21/02/2000; Cass. n. 4120 del 02/03/2016)“.

Premesso che nel caso di specie il Giudice non riteneva sussistenti elementi idonei a supportare detta impugnativa, si occupava, poi, della sussistenza di un diritto del socio alla distribuzione degli utili della società.

Il socio non ha diritto alla distribuzione degli utili

Sotto tale profilo il Giudice riteneva che “in assenza di una deliberazione dell’assemblea che abbia approvato la distribuzione di utili ai soci, ed in mancanza di profili di nullità della deliberazione di approvazione del bilancio (tali da travolgere anche la mancata previsione di distribuzione di utili ai soci, il cui diritto alla distribuzione sorge solo per effetto di una deliberazione della società in tal senso; cfr., in tema, Cass. n. 10271 del 28/05/2004 e Cass. n. 2020 del 29/01/2008), non può ritenersi sussistente alcun diritto dell’attrice alla distribuzione di utili“.

CONTATTACI PER APPROFONDIMENTI